Stai cercando parquet massello wengè a Nettuno? Montagna Parquet è la soluzione giusta per te!

Modifica la tua ricerca
Puoi affinare i risultati della tua ricerca cliccando su più filtri tra quelli di seguito proposti.
Wengè

Produzione e vendita di parquet massello wengè a Nettuno

Ti offriamo la migliore produzione di parquet massello wengè a Nettuno!

Il parquet (pron. "parchè") è una pavimentazione composta da legno massiccio di spessore che può variare da mm 10 a mm 22 o dall'assemblaggio di singoli elementi di legno con spessore minimo di mm 2,5 (secondo le normative europee) ad un supporto che può essere in multistrato di betulla o altro prima della posa.

Millettia laurentii De wild
Si tratta di un'essenza molto dura e di colore scuro a volte con striature gialle molto sottili. ha un alto fattore di resistenza alle scalfiture e si abbina molto bene sia con i colori freddi che con i colori caldi, in particolare il rosso, l'arancione, il giallo.Proviene dalle foreste tropicali africane del Bacino del Congo e Mozambico. È un albero caratterizzato da un'altezza che può raggiungere i 25 m e un diametro che può superare il metro.Il legno di Wengè è poco sensibile alla stagionatura ed è in grado di sopportare l'umidità, infatti, non subisce un grosso ritiro e si conserva bene nel tempo. È inattaccabile da parte dei parassiti.A causa della sua struttura fibrosa, il Wengè si presenta come una medaglia dalla doppia faccia, infatti, se da una parte non è particolarmente facile da lavorare, dall'altra, proprio per questa sua peculiare caratteristica, è indicato per la realizzazione delle pavimentazioni, anche quelle particolarmente esposte al calpestio.



Nettuno è un comune italiano di 49 607[2] abitanti, della città metropolitana di Roma Capitale, nel Lazio.
Affacciata sul mar Tirreno, rappresenta la diretta continuatrice storica dell'antica città di Antium[4], luogo termale e di villeggiatura al tempo dei Romani.
In seguito, dal Medioevo fino all'Unità d'Italia, Nettuno fu il feudo di diverse casate del Lazio, mentre durante il fascismo fu unita in un'unica.

Si trova al confine tra l'Agro Romano e l'Agro Pontino. È una città del litorale laziale ed è bagnata dal Mar Tirreno.

Sul territorio comunale sono stati rinvenuti diversi minerali; il più rilevante, per il quale è definita località tipo, è la perrierite-(Ce)[5].

Sotto la città si trovano parecchi cunicoli e gallerie usate durante la Seconda guerra mondiale dai cittadini per ripararsi dai bombardamenti.

Chiudi