Stai cercando parquet massello wengè a Milano? Montagna Parquet è la soluzione giusta per te!

Modifica la tua ricerca
Puoi affinare i risultati della tua ricerca cliccando su più filtri tra quelli di seguito proposti.
Wengè

Produzione e vendita di parquet massello wengè a Milano

Ti offriamo la migliore produzione di parquet massello wengè a Milano!

Il parquet (pron. "parchè") è una pavimentazione composta da legno massiccio di spessore che può variare da mm 10 a mm 22 o dall'assemblaggio di singoli elementi di legno con spessore minimo di mm 2,5 (secondo le normative europee) ad un supporto che può essere in multistrato di betulla o altro prima della posa.

Millettia laurentii De wild
Si tratta di un'essenza molto dura e di colore scuro a volte con striature gialle molto sottili. ha un alto fattore di resistenza alle scalfiture e si abbina molto bene sia con i colori freddi che con i colori caldi, in particolare il rosso, l'arancione, il giallo.Proviene dalle foreste tropicali africane del Bacino del Congo e Mozambico. È un albero caratterizzato da un'altezza che può raggiungere i 25 m e un diametro che può superare il metro.Il legno di Wengè è poco sensibile alla stagionatura ed è in grado di sopportare l'umidità, infatti, non subisce un grosso ritiro e si conserva bene nel tempo. È inattaccabile da parte dei parassiti.A causa della sua struttura fibrosa, il Wengè si presenta come una medaglia dalla doppia faccia, infatti, se da una parte non è particolarmente facile da lavorare, dall'altra, proprio per questa sua peculiare caratteristica, è indicato per la realizzazione delle pavimentazioni, anche quelle particolarmente esposte al calpestio.



Milano (/miˈlano/ ascolta[?·info], Milàn (maschile) in milanese[4], /miˈlãː/[5]) è una città italiana di 1 368 590 abitanti[2], capoluogo dell'omonima città metropolitana e della regione Lombardia, e centro di una delle più popolose aree metropolitane d'Europa[6][7][8].

Fondata dagli Insubri all'inizio del VI secolo a.C.[9], fu conquistata dai Romani nel 222 a.C. e denominata Mediolanum[10] accrescendo progressivamente la sua importanza fino a divenire residenza imperiale, nel cui periodo fu promulgato il celebre editto di tolleranza. In prima linea nella lotta contro l'Imperatore in età comunale, divenne prima signoria per essere innalzata a dignità ducale, rimanendo al centro della vita politica e culturale dell'Italia rinascimentale. All'inizio del XVI secolo perse l'indipendenza a favore della Spagna, per passare quasi due secoli dopo sotto la corona austriaca: grazie alle politiche illuminate asburgiche Milano divenne il principale centro dell'illuminismo italiano[11]. Capitale del Regno d'Italia napoleonico, dopo la restaurazione fu tra i più attivi centri del risorgimento fino al suo ingresso nel Regno d'Italia.

Principale centro economico e finanziario della penisola, Milano ne guidò lo sviluppo industriale, costituendo con Torino e Genova il "Triangolo industriale", in particolar modo durante gli anni del boom economico quando lo sviluppo industriale e urbanistico coinvolse anche le città limitrofe, creando la vasta area metropolitana milanese. In ambito culturale, la città meneghina è il principale centro italiano dell'editoria ed è ai vertici del circuito musicale mondiale grazie alla stagione lirica del Teatro alla Scala e alla sua lunga tradizione operistica. Milano è inoltre tra i principali poli fieristici europei e del design industriale ed è considerata una della quattro capitali mondiali della moda.

Chiudi